Point of view

Parla il giudice: “Leggiamo, scriviamo, commentiamo libri per compenetrare la realtà attraverso la non-realtà. Da questa prospettiva il fantastico non si distingue dal realismo – anzi: non è anche il realismo una manifestazione del fantastico? Venga pertanto al banco degli imputati Danilo Kiš.”

L’imputato: “Dal suo point of view – in senso fisico, come una finestra sul cortile – Danilo Kiš rinnegherebbe l’anacronismo letterario (o deliberato), ma nella scrittura di “Enciclopedia dei morti” applica il metodo Pierre Menard a confutazione o, più precisamente, ad evoluzione della forma. Non ho altro da aggiungere, Vostro Onore – io o l’altro, insomma.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...